Il futuro si costruisce a scuola. Pagliuca: “Siamo la bussola delle nuove generazioni”

 Il futuro si costruisce a scuola. Pagliuca: “Siamo la bussola delle nuove generazioni”

L’Istituto “Regina Margherita-Leonardo da Vinci” di Avellino comprende tre plessi per oltre 750 alunni. La Dirigente: “La conoscenza è il vero valore aggiunto”

Tre scuole (infanzia, primaria e secondaria di I grado), 761 alunni, 90 docenti e 19 unità come personale Ata. Sono i numeri dell’istituto “Regina Margherita-Leonardo da Vinci” di Avellino guidato dal Dirigente Scolastico Fiorella Pagliuca. “La nostra scuola è da sempre riferimento per le famiglie avellinesi e non solo”, precisa la dirigente. “Il Palazzotto, in particolare, è storicamente la prima scuola dei nostri figli. I bambini avellinesi che hanno iniziato lì il loro percorso di formazione sono davvero tantissimi, e questo per noi è un motivo di vanto ed orgoglio, oltre a rappresentare uno stimolo ad andare avanti e migliorare costantemente la nostra offerta formativa”.

Quest’anno l’istituto ha avuto l’onore di ospitare la cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico 2019-2020 per l’intera provincia. “La scuola, nonostante le tante difficoltà con le quali è costretta a convivere quotidianamente, resta un punto di riferimento fondamentale per la società nella quale viviamo. Il nostro obiettivo – osserva la dirigente – è andare oltre i programmi didattici e le attività di aula per alzare continuamente l’asticella del sapere e della conoscenza”.

Anche per questo l’istituto “Regina Margherita-Leonardo da Vinci” è molto attivo sul fronte progettuale. Diversi i Piani Operativi Nazionali (PON) “Per la Scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-20 autorizzati e realizzati: Competenze di base “Essential Skills”; Orientamento formativo e ri-orientamento “Preparare, Sostenere, Accompagnare”; Competenze di cittadinanza globale “Cittadinanza globale”; Potenziamento della Cittadinanza europea “Lab. The Young in Europe”; Potenziamento della Cittadinanza europea CLIL, “Strategia europea per l’apprendimento delle lingue e delle discipline”; Potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico “Pro-muovere Cultura”; Pensiero computazionale e cittadinanza digitale “Edutaiment”.

Tra i progetti dell’Istituto Comprensivo va menzionato anche il Curricolo potenziato su Macroprogetto d’Istituto “Humanitas” e su “Emergenza climatica ed ambientale”. L’istituto diretto dalla dirigente Pagliuca è inoltre scuola-capofila del Progetto Triennale delle Arti che coinvolge anche l’Istituto Comprensivo “Giovanni Pascoli“  di Frigento e il Liceo “P. Colletta” di Avellino.  Attivati inoltre i Protocolli d’Intesa con l’Istituzione AFAM Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino  e gli Istituti del MiBAC e EELL/servizi / associazioni. In bacheca il progetto “Young Jazz Lab Orchestra” e coro del ritmo e dell’improvvisazione “Programma Scuola Viva – Azioni di accompagnamento”. “Come scuola cerchiamo di essere sempre al centro della vita cittadina, perché riteniamo importantissimo il confronto continuo con le istituzioni e gli altri istituti scolastici”, conclude la dirigente.

La Giornata Europea delle Lingue “GEL” o “Granate di pace”, evento di celebrazione dei cento anni dalla fine della Grande Guerra, sono solo alcune delle iniziative inserite nel fitto calendario di appuntamenti dell’anno scolastico. Meritano una menzione anche la Giornata della Memoria “Per non dimenticare”, “In lege vivimus”, Giornate sulla Legalità e “Senza limiti e senza confini”, tema scelto per la Festa dell’Europa.