Red Wolves, giovani pallavolisti crescono

 Red Wolves, giovani pallavolisti crescono

“In gioco” sul campo di Sant’Angelo dei Lombardi

È stata la Red Wolves ASD di Caposele, del presidente Lorenzo Castagno, a  scendere in campo per l’inaugurazione del campo polivalente di Sant’Angelo dei Lombardi.  A salutare l’avvio delle attività sportive c’erano il sindaco Marco Marandino, il presidente del Forum dei Giovani Filomena Imbriano, il consigliere delegato allo Sport e alle politiche giovanili Giuseppe Landolfi e il presidente della FIPAV Irpinia-Sannio Stefano Aquino.

«Oggi possiamo dire di poter dare inizio alle nostre attività», ha dichiarato Lorenzo Castagno, «sperando di poter continuare fino alla fine della prossima stagione senza dover interrompere i campionati a cui prenderemo parte. Le attività per la stagione pallavolistica 2021-2022 riprendono presso la palestra di Caposele nel rispetto dei protocolli previsti dalla Federazione Italiana di Pallavolo».

«I ragazzi – ha affermato Enzo Signorelli, capitano della Prima Divisione maschile – hanno una gran voglia, compreso me, di riprendere la nostra passione, ovvero giocare ed allenarci insieme. Speriamo in una veloce ripresa anche dei corsi in una palestra, dove aspettiamo giovani futuri atleti da includere all’interno della nostra squadra. lavoriamo per realizzare: il progetto Volley (Spikeball, Volley S3) per i bambini dai 5 ai 10 anni; i campionati giovanili (Under12, Under14, Under16 e Under18); i campionati provinciali (1a e 2a divisione) maschile e femminile».

Red Wolves Volley, una storia di sport

La A.S.D. Red Wolves Volley si è costituita nell’anno 2012 con lo scopo di promuovere le attività sportive come momento di aggregazione, di maturazione umana e di impegno sportivo. Nel corso degli anni l’associazione ha svolto varie attività, come:

– fornire a titolo gratuito la propria collaborazione agli insegnanti delle scuole elementari di Caposele e Calabritto dei corsi di attività motoria e pallavolo, avvalendosi di istruttori laureati in scienze motorie ed istruttori federali (FIPAV);

– aderire per tre anni al progetto sociale, sportivo ed educativo, promosso da Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute e CONI denominato “Progetto CONI ragazzi” con l’obiettivo di incoraggiare i bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni a svolgere attività fisica, facilitando il loro processo di crescita finalizzato ad acquisire consapevolezza delle loro potenzialità, il tutto in forma gratuita per le famiglie.

Le atlete dell’A.S.D. Red Wolves Volley hanno partecipato a tutti i campionati giovanili organizzati dalla Federazione Italiana Pallavolo ottenendo dei buoni risultati.

Lo scorso anno la ASD Red Wolves Volley ha partecipato ai campionati provinciali under 13 femminile, under 14 femminile, under 16 femminile, e per la prima volta al campionato di Prima Divisione maschile con atleti e atlete provenienti dai Comuni di Laviano, Calabritto, Caposele, Lioni, Calitri, Sant’Angelo dei Lombardi, Montella e Torella dei Lombardi. 

La passione e lo spirito di gruppo degli atleti

«Siamo un gruppo eterogeneo di studenti e lavoratori, di varie fasce di età. Il nostro comune denominatore – raccontano gli atleti – è la grandissima passione per la pallavolo che, a causa di questo virus, abbiamo purtroppo dovuto interrompere. Il progetto della società Red Wolves per la prossima stagione sportiva è di poter ripartire con le giovanili prima divisione maschile e femminile e con il gruppo misto. Siamo mossi dalla grande passione e amore per questo meraviglioso sport che è la pallavolo, ed ogni occasione, previa vaccinazione e l’osservanza delle disposizioni  anticovid, è buona per poter calcare il nostro palcoscenico che è la palestra. Gli enormi sacrifici logistici, fisici e mentali vengono ripagati da lunghe sessioni di allenamento sotto la guida attenta del nostro coach, ma per noi atleti lo sport è soprattutto condivisione. Stare insieme in palestra, organizzare le trasferte, preparare il match è per noi non solo fondamentale, ma spirito di squadra che conta insieme ai risultati sul campo».

Marina D'Apice

Quarantotto pagine, patinate e a colori. Un sito agile ed intuitivo. Free-press bimestrale e giornale online, per un'Irpinia come non l’avete mai vista. Che siate irpini, oppure no