La Biblioteca Suore di Montevergine ospita la seconda Fiera del Libro online

 La Biblioteca Suore di Montevergine ospita la seconda Fiera del Libro online

Tra gli autori, grandi nomi come Cooper e Allende, nei 12 mesi dedicati alla bellezza dei libri e dell’arte

di Sabina Lancio

Chiudendo gli occhi, si riesce persino a sentire l’odore della carta. In un viaggio virtuale, ma immersivo, nella letteratura di ieri, di oggi, di domani. Un libro, si sa, non perde il suo valore con il passare del tempo. È destinato, anzi, ad averne sempre di più, con il suo incredibile fascino nel raccontare epoche, persone, sentimenti. E l’importante compito di tramandare cultura, conoscenza, bellezza.

Un viaggio cominciato il 1° febbraio 2021, sul sito www.bibliotecasuoremontevergine.it, per promuovere i libri e la cultura in un momento in cui la condivisione non può che vivere attraverso il web. Dopo il successo della prima edizione, con oltre 200.000 visualizzazioni, lo spazio virtuale della Biblioteca Suore Montevergine di Mercogliano, diretta dalla Priora Generale della Congregazione Suore Benedettine, Madre Ildegarde Grazia Capone, ospita la seconda Fiera del Libro online, ideata e organizzata dal responsabile della biblioteca, Adelino Di Marino, esperto di libri rari e antichi. “Siamo davvero orgogliosi -racconta – di aver creato in Irpinia un evento del genere. La Fiera del Libro nasce nel 2019 per promuovere, in sede, il libro e gli autori locali. Eravamo in fase di organizzazione quando il Covid ha bloccato tutto, ma abbiamo reagito immediatamente. Avevamo già l’adesione di 16 autori irpini, così abbiamo creato una piattaforma online con schede dedicate agli iscritti, link per acquistare i libri e la possibilità di entrare in contatto con gli autori. Abbiamo illustrato il progetto allo scrittore Glenn Cooper il quale, entusiasta, ha aderito con piacere”. Insieme allo scrittore e produttore cinematografico statunitense, altra ospite d’onore è la scrittrice e giornalista latinoamericana Isabel Allende, una delle autrici di maggiore successo al mondo. Ad aggiungere prestigio, anche la presenza della casa editrice D’ORO Collection, con libri di inestimabile valore.

Pubblicazioni, curiosità e rubriche culturali sulla storia del libro e dell’arte. In tutto 82 autrici e autori italiani e internazionali, affermati ed emergenti, numerose librerie antiquarie italiane ed, eccezionalmente dall’Ungheria, la Feheri Books. Spazio anche alle associazioni, come la Società Bibliografica Toscana, l’Istituto per la valorizzazione delle abbazie storiche della Toscana, l’Associazione Italia Medievale, l’Azienda Netphilo Publishing di Milano.

Pagine virtuali da poter sfogliare, se non con le dita, con mente e cuore, oltre a contenuti multimediali caricati ogni giorno sulla pagina Facebook della Biblioteca Suore Montevergine, per conoscere, uno ad uno, tutti gli autori. Diverse le sezioni che il lettore-utente può visitare, in un percorso appassionante, disponibile sul sito per 12 mesi. Tra queste, una dedicata al padre della lingua italiana, Dante Alighieri, a 700 anni dalla sua morte. “La nostra missione principale – spiega Di Marino – è avvicinare i più giovani alla lettura, soprattutto dei grandi classici, per questo organizziamo molti laboratori dedicati al libro e a personaggi che hanno fatto la storia, come il Sommo Poeta. Era doveroso inserire una sezione dedicata e in continuo aggiornamento, con curiosità sulla vita di Dante, la sua importanza anche nel mondo dell’arte e la pubblicazione periodica di tutti i suoi canti, con un saggio speciale nel mese di settembre”.

Contenuti che avvolgono gli amanti della lettura e dell’arte e, perché no, avvicinano nuovi appassionati all’incanto di un libro. La Fiera del Libro si propone, infatti, come strumento culturale per tutti, ma anche come vetrina per gli autori: “Abbiamo ricevuto spesso richieste da parte di autori emergenti per l’inserimento dei loro titoli nel catalogo nazionale, per una maggiore visibilità o per presentare il loro libro in sede. Vogliamo aiutare tutti come meglio possiamo, ed è stato bello vedere la felicità di questi ragazzi quando hanno visto il loro nome accanto a colossi come Allende e Cooper. Ci auguriamo che possa essere un trampolino di lancio per chi ha davvero nel cuore questo lavoro, conclude Di Marino.